Elezioni 2016: quello che chiediamo per i mercati rionali

testata convegnoLe richieste ai candidati Sindaco, Presidente di Municipio, consiglieri comunali e municipali

Difendere un patrimonio pubblico e rilanciare i mercati rionali

A cura del gruppo Mercati Rionali di Carteinregola

Nei Municipi di Roma sono presenti oltre 120 mercati rionali – coperti, plateatici attrezzati e su sede stradale o “impropria” – di piccole, medie e grandi dimensioni, di proprietà di Roma Capitale. Ventinove sono le strutture coperte, distribuite nel centro come nelle periferie, che in buona parte versano in uno stato di fatiscenza a causa degli scarsi (o inesistenti) investimenti pubblici per la loro manutenzione e che subiscono una progressiva flessione del numero di operatori. In molti casi gli edifici si trovano in aree prestigiose della città e per questo sono stati in passato oggetto di progetti di interventi privati che li avrebbero ristrutturati – in certi casi abbattuti – per ricavarne cubature immobiliari commerciali, direzionali e residenziali, che ne avrebbero distrutto l’anima e la natura di piazza pubblica, luogo di incontro e cuore dei quartieri. Carteinegola, a cavallo del 2012 e 2013, si è battuta contro le delibere che prevedevano project financing e scambi immobiliari, riuscendo, dopo 4 mesi di presidio in Campidoglio,   a fermare i propositi dell’amministrazione. Ma le problematiche dei mercati rionali sono complesse e tuttora irrisolte.

Continua a leggere

evento al mercato di piazza dell’unita venerdì prossimo

Venerdì 15 aprile dalle ore 18.30 alle 21.00 il Mercato dell’Unità in via Cola di Rienzo a Roma apre le proprie porte a una serata evento di arte e cultura: la mostra di Claudio Andreoli, Sottocosto#3, tra i banchi chiusi del suggestivo edificio di inizio ‘900, accompagnata da assaggi  di sapori di stagione.

Per Sottocosto#3 l’artista presenta delle minute tavole dipinte e una nuova serie di acrilici su tela (oltre 30 pezzi da 70×70 cm e altre di dimensioni minori): le pitture, ripiegate a fazzoletto, “giocano” con la storia dell’arte, il mercato e il culto per l’opera, e saranno visibili, dopo la serata inaugurale, per l’intera settimana presso i Box 33, 34, 37, 39.

Continua a leggere

8 aprile presentazione libro al mercato Nomentano

Questo slideshow richiede JavaScript.

Venerdì 8 aprile alle 12 al mercato Nomentano di piazza Alessandria presentazione del libro “Un mercato non è solo un mercato” di Carteinregola e Difendiamoimercatirionali. Partecipa l’assessore alle attività produttive del II Municipio Emilia La Nave.

scarica l’E – book gratuito di Carteinregola a cura di Informat Edizioni, Roma http://www.informat-press.it/ebook/carteinregola/un_mercato_non_e_solo_un_mercato/

Il tempo: la crisi dei mercati romani

IMG_5648 mercato laurentino

da Il Tempo 5 aprile 2015

I mercati rionali rischiano di morire Ci sono più banchi chiusi che aperti

Mancanza di interventi straordinari e fondi fanno scappare gli operatori

Nel mercato in via Baccina, una traversa di via Nazionale, in pieno centro, c’è rimasto un fruttivendolo, un pescivendolo e un alimentare; a Casal Bernocchi, ad Acilia, oltre ad un paio di banchi di ortofrutta e un operatore che vende il pesce, solitario, circondato da decine di banchi chiusi c’è un macellaio; una decina di banchi, invece, sono rimasti al mercato Primavalle, struttura che doveva essere interessata da un progetto di riqualificazione, mai realizzato. In queste condizioni versano decine di mercati rionali capitolini. Sulla carta sarebbero oltre 100 strutture; di fatto, quelle che possono chiamarsi davvero tali sono meno della metà. Per tutti gli altri la crisi ha decimato i banchi, la mancanza di interventi di manutenzione straordinaria dell’Amministrazione, che non mette soldi a bilancio per questo da anni, ha fatto letteralmente scappare gli operatori stanchi di dover far fronte a perdite agli impianti idrici, ai topi, ai piccioni che fanno i nidi all’interno delle strutture, all’acqua che quando piove allaga i banchi. Ci sono dei mercati come Tor Pignattara, Santa Silvia a Portuense, via Appio Claudio, dove il numero dei banchi chiusi ha superato quello delle postazioni aperte. A Tor Pignattara, ad esempio, dei 38 box che erano ne sono rimasti quattordici su una superficie di 2500 mq. oltre due piani interrati con tanto di box auto di 8 mila metri quadrati; al mercato di Cinecittà ci sono 20 box chiusi su un totale di 60.

Continua a leggere