Si allarga il fronte in difesa dei mercati rionali

I mercati della Capitale sono messi abbastanza male. Molte strutture fatiscenti, troppi banchi vuoti. Eppure un recente sondaggio ha inaspettatamente rivelato  che i romani amano i loro mercati, anzi, che li preferiscono ai supermercati e ai centri commerciali. Perché i mercati sono ancora e sempre una piazza pubblica, un luogo legato alla nostra tradizione  e alla nostra identità. E per rilanciarli non si possono trattare  come cubature immobiliari  da moltiplicare per fare cassa. Un paio di anni  fa il Comune, sempre a corto di risorse,  pubblica un avviso per sollecitare proposte  da parte di  imprenditori privati  per le ristrutturazioni  di una trentina di  mercati attraverso lo strumento del “progetto di finanza”.

 

Che vuol dire che in cambio di opere di pubblica utilità – in questo caso la riqualificazione del mercato – il privato ottiene la concessione di nuove cubature da edificare all’interno,  o sopra e sotto, le aree mercatali, in molti casi anche  attraverso la demolizione degli attuali impianti. In pratica si prosegue sulla stessa  linea  già adottata  in passato per i mercati di Via Andrea Doria e Ponte Milvio,  due interventi che si sono rivelati molto al di sotto delle aspettative, se non decisamente fallimentari (a Ponte Milvio ha chiuso i battenti  un terzo dei banchi). L’operazione prosegue    il suo iter fino ad ora, quando  nove strutture vengono  inserite nel bilancio 2012, attualmente  al voto del Consiglio capitolino: i mercati Piscine Torre Spaccata, Belsito, Nuovo Laurentino, Fermi Macaluso, Vigna murata, Tor Sapienza , Quarto Miglio, Flaminio I e Infernetto.  Ma a questo punto  cominciano a levarsi  diverse voci dissenzienti :  il presidente della Commissione Commercio, Ugo Cassone (PDL), ritiene “assolutamente sbagliato procedere  all’approvazione del bilancio  senza che i lavori per i mercati siano stati preventivamente concordati con le associazioni di categoria e con gli operatori delle strutture in questione” . Gli fanno  eco Rocco Belfronte (Udc), Athos De Luca (PD), e Federico Gudi (PDL) , che in comunicato di ieri annunciava  di aver dato “mandato agli uffici di preparare un emendamento soppressivo per tutti quei progetti che non abbiamo avuto il parere preventivo degli operatori commerciali dei mercati coinvolti e delle istituzioni municipali”. Un fronte che potrebbe ancora allargarsi e portare allo stralcio definitivo dei nove progetti dal bilancio.

(Cinquegiorni 26 ottobre 2012)

> vai alla pagina con la spiegazione dei project dei mercati rionali

> vai al Comunicato di Ugo Cassone

> Il Comunicato di Rocco Belfronte, vicecapogruppo Udc in Campidoglio e vicepresidente della Commissione capitolina Commercio“ del 15 ottobre 2012: Bordoni da solo contro tutti! Oggi abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione che l’assessore al Commercio non è in grado di mettere in campo né confronto né condivisione, e per questo si ritrova come un tiranno abbandonato da tutti”. 

>Il Comunicato di Athos De Luca  (PD) “Dopo le esperienze negative, come quella del mercato Trionfale, dove sono stati realizzati in project financing, gestito da soggetti privati, parcheggi e uffici, per trarne profitti, mentre il mercato, realizzato in grande economia, mostra gravi carenze e le spese di gestione troppo alte, gravano sui magri redditi degli operatori del mercato; è necessario voltare pagina e gli stessi operatori possano, attraverso le banche, reperire le risorse per realizzare e riqualificare i mercati, che sono diventati come i pup, uno strumento di mera speculazione, dove l’interesse pubblico diventa del tutto marginale, rispetto l’interesse speculativo privato.”

> vai al comunicato Sacea-CNA del 15 ottobre

> vai al comunicato di Federico Guidi (PDL)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...