Mercati Trieste e Pinciano: se ne parla al II Municipio

Giovedì 16 dalle 10 alle 13 si terrà un Consiglio Straordinario al II Municipio in merito a “Progetti relativi ai mercati “Pinciano” e “Trieste”* recentemente alla ribalta delle cronache per le indagini in corso che hanno coinvolto la  ditta proponente interventi di ampliamento dei parcheggi  e alcuni funzionari comunali.

Carteinregola ha inviato al Presidente del Municipio, agli assessori al Commercio e alla Mobilità, al Presidente della Commissione Mobilità e ai consiglieri del II Municipio una

NOTA  SU PUP E  MERCATI

Il Mercato Pinciano di Via Antonelli ai Parioli

Il Mercato Pinciano di Via Antonelli ai Parioli

Sintetizzando al minimo le questioni di fondo, avendo studiato anche i Piani Urbano Parcheggi di altre città, possiamo dire che l’anomalia del PUP di Roma consiste:

–       nel non aver adottato procedure  di evidenza pubblica  nell’assegnazione degli interventi previsti (a Milano e Torino hanno indetto fin dalla legge Tognoli del 1989 gare con un punteggio e delle graduatorie fissate da una commissione nominata): un semplice avviso di tre righe su un giornale invitava gli interessati a proporre  le localizzazioni. Le proposte pervenute sono poi state scremate non si sa da chi e con quali criteri

–        nell’aver lasciato la scelta delle localizzazioni ai privati,  quindi senza nessuna pianificazione che rispettasse criteri di interesse pubblico

–       nell’aver ceduto sottosuolo pubblico ma anche suolo (visto che la  superficie in molti  casi ha subito un notevole degrado per la sparizione del verde o la sistemazione con materiali scadenti) a privati senza alcun vantaggio pubblico, dato che i parcheggi venivano e vengono venduti a prezzi di mercato,  a fronte di  una cifra ridicola come oneri concessori da versare al Comune (a Milano il prezzo finale al residente, più basso di quelli di mercato, è uno dei fattori che “fa punteggio” nelle gare per l’assegnazione)

–       nell’aver permesso ai privati di vantare “diritti edificatori” solo in base all’inserimento dell’intervento proposto nel PUP e di spostare quasi a piacimento da una zona all’altra della città i progetti, come se si trattasse di assegni  bancari, che potevano anche passare di mano, come nel caso della CAM srl, che vanta diritti su interventi assegnati ad altre società ancora prima della sua nascita, interventi di cui  a suo dire avrebbe acquistato il “ramo d’impresa” dalle ditte, ma che ci chiediamo  se non  sia  invece stato semplicemente “ceduto” il “diritto” a costruire un certo numero di box

Su questa situazione già alquanto  oscura, si è innestata, nel 2006,  la dichiarazione dell’”emergenza traffico e mobilità”, che con un Ordinanza del Presidente del Consiglio ha reso il Sindaco di Roma “commissario straordinario” con poteri speciali che potevano aggirare moltissime leggi e norme (sulla falsariga della legislazione della protezione civile) . Poteri che come primo (e quasi unico atto) hanno  prodotto una serie di ordinanze commissariali del PUP, gestite per tutta la fase istruttoria da un “Ufficio speciale emergenza traffico e mobilità” fino alla stipula della Convenzione, mentre per le fasi successive gli interventi erano poi in carico all’Ufficio extradipartimentale parcheggi.

In questo scenario si inseriscono gli interventi di ampliamento dei parcheggi dei mercati rionali, su cui altrettanto sinteticamente facciamo presente che:

–       è tutta da dimostrare la pubblica utilità dell’ ampliamento di parcheggi per qualche decina di posti in più, a fronte di decine o centinaia di posti auto già esistenti

–       Esistono forti dubbi sulla possibilità di scavare un ulteriore piano senza danni per gli edifici: esistono perizie di parte giurate che affermano il contrario, da anni da noi consegnate agli uffici competenti. E la stessa ditta ha messo nero su bianco che gli operatori del mercato di Via Chiana  avrebbero dovuto essere spostati altrove per il rischio di cedimenti e crolli durante i lavori.

–       RITENIAMO QUINDI CHE NE’ IL COMUNE NE’ IL MUNICIPIO DEBBANO   SOTTOSCRIVERE ALCUN IMPEGNO CON LA CAM SENZA AVER EFFETTUATO LE VERIFICHE TECNICHE PRELIMINARI SULLA FATTIBILITA’ DELL’INTERVENTO IN SICUREZZA  (l’attuale procedura, applicata per interventi  all’aperto, prevede che una apposita commissione verifichi la fattibilità del progetto esecutivo solo dopo la stipula della convenzione, ma è evidente che in questo caso le garanzie devono essere fornite ai  cittadini e agli operatori prima di sottoscrivere qualsiasi contratto )

–       Non essendo mai state sottoscritte convenzioni tra CAM srl e Comune, a nostro avviso, l’affidamento dell’ampliamento deve essere affrontato con le  procedure di evidenza pubblica prescritte dalle norme europee. In paricolare NON PUO’ ESSERE AFFIDATA ALLA CAM LA GESTIONE DELLA SOSTA TARIFFATA DI TUTTE LE AUTORIMESSE , poiché esiste una sentenza del TAR che prescrive la messa a gara del servizio.

–       Infine sappiamo che recentemente il TAR si è pronunciato anche sul contenzioso tra Comune e precedente gestore delle autorimesse, per cui riteniamo che, prima di prendere qualunque decisione, siano necessari aggiornamenti legali da parte dell’avvocatura comunale, pena l’esposizione del Comune e dei cittadini ai danni economici derivanti da ulteriori contenziosi.

–       Infine riteniamo che non sia stato finora considerato adeguatamente  il profitto per la collettività – attuale e potenziale –  della gestione dei garages, che potrebbero essere meglio sfruttati economicamente dal Comune impiegando i ricavi nella ristrutturazione del mercato di Via Chiana (il mercato di Via Antonelli è in ottime condizioni)

copertina dossier mercati e pup light

*.Argomento richiesto, a norma dell’art. 27 comma 2 del Regolamento del Consiglio Comunale, dai Consiglieri Schettino, Ricci, De Salazar, De Angelis, Liburdi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...