Diminuiti i clienti dei mercati rionali, un rapporto dell’associazione ambulanti (nazionale)

mercato porta palazzo torino ambmIMG_0868(da Il tempo 24 febbraio 2015) Romani in fuga dai mercati rionali

L’Associazione ambulanti: «Persi 160mila clienti quotidiani» La disaffezione provocata dai banchi abusivi che vendono merce scadente

I romani non vanno più al mercato rionale e puntano il dito contro la presenza di abusivi che assediano i banchi regolari, in rapporto di circa un abusivo per ogni quattro regolari. La fotografia scattata dall’Anva (associazione nazionale venditori ambulanti), nella consueta riunione annuale che si è tenuta ieri presso il Tempio di Adriano, fa emergere una disaffezione non indifferente della clientela abituale nei confronti dei «vecchi» e amati, almeno fino a qualche anno fa, mercati capitolini. Dal 2008 ad oggi, infatti, ben 160 mila fruitori quotidiani si sono allontanati dai mercati preferendo la grande distribuzione o altro. Se quindi gli habitué del girovagare tra i banchi di frutta e verdura, ma anche di abbigliamento, nel 2008 erano 520 mila, oggi sono diventati 360 mila, mentre il numero stimato dall’Anva di abusivi è pari a 2560 in tutti i mercati del Lazio, contro gli 8566 operatori autorizzati. Ed è proprio il rapporto tra abusivismo e dequalificazione dell’offerta a creare, secondo il presidente dell’Anva, Maurizio Innocenti, «quel circolo “vizioso”» che fa desistere dall’idea di acquistare al mercato.

Abusivismo significa spesso merce contraffatta, esposta alla meno peggio e non di rado accatastata in terra. Significa anche operatori privi di licenza o con licenza irregolare, che sacrificano la qualità alla quantità di merce in vendita. È proprio questa merce che «non è più come quella di una volta» a far scappare i romani dai mercati, così come anche il degrado urbano intorno ai mercati o all’interno delle stesse strutture a non far venire la voglia di fare shopping tra i banchi. «Il boom di venditori abusivi ha portato ad un peggioramento generale dell’immagine dei mercati – insiste Innocenti – Irregolari e abusivi, infatti, vendono soprattutto merce contraffatta o di dubbia provenienza e qualità, portando molte persone a ritenere che ci sia stato un forte peggioramento qualitativo dell’offerta di questa tipologia di commercio».

C’è però ancora uno zoccolo duro di clientela che continua a scegliere i mercati per fare la spesa quotidiana. E lo fa soprattutto per «cuoriosare», per svagarsi in un contesto che abbina un’atmosfera piacevole a prodotti convenienti, dividendosi più o meno equamente per quanto riguarda la tipologia di acquisto fatto: il 29% compra prodotti alimentari, ed una quota uguale cerca quelli non alimentari. Chi acquista entrambi invece è il 27%, mentre il 13% li frequenta per puro piacere e non acquista quasi mai nulla.

L’Anva pone l’accento anche su un’altra questione tutt’altro che di secondo ordine: la correlazione tra titolarità straniera e imprese irregolari, soprattutto dal punto di vista contributivo, che potrebbe essere legata anche all’ottenimento e al rinnovo dei permessi di soggiorno. Con l’introduzione della Scia, infatti, molte amministrazioni pubbliche, soprattutto nel Mezzogiorno, hanno ritenuto che questo nuovo documento, nonostante sia solo un’autocertificazione, sia comunque sufficiente per avviare un’attività di commercio ambulante itinerante e quindi ottenere la trasformazione del permesso di soggiorno temporaneo in permesso di soggiorno per lavoro autonomo. Il tutto alla luce del giorno e senza un minimo di controllo che eviti il nascere di imprese «fantasma».

Damiana Verucci

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...