Mercato San Teodoro, il Tar dà ragione all’Amministrazione capitolina

22 marzo: Mercato San Teodoro, il Tar  dà ragione all’Amministrazione capitolina in merito alla decisione di affidare il Mercato agricolo di San Teodoro con un bando trasparente, aperto e in tempi brevi. Nel dispositivo che respinge la richiesta di sospensiva, il giudice amministrativo sottolinea espressamente che la decisione di subordinare la concessione a una “procedura di evidenza pubblica è funzionale al perseguimento di interessi pubblici” che – prosegue l’ordinanza – “appaiono prevalenti tenuto conto dei principi costituzionali di imparzialità e buon andamento nonché di matrice europea” sottolineando  anche che “la circostanza che la procedura di evidenza pubblica per l’individuazione del gestore sia stata immediatamente avviata dà congruamente conto della premura con la quale l’amministrazione capitolina intende perseguire l’interesse pubblico sotteso all’utilizzo dell’immobile a fini mercatali” (> leggi l’articolo sul sito del Comune)

Commercio su aree Pubbliche: regolamenti Coia/Corsetti a confronto

sito coia comn proposte deliberazione commercio aree pubbliche

Pubblicate sul sito del Presidente della Commissione commercio Andrea Coia le due proposte di Regolamento per il commercio su aree pubbliche all’esame della Commissione, quella dello stesso Coia e quella del consigliere PD Orlando Corsetti, presidente della Commissione Commercio durante la consiliatura Marino.

Continua a leggere

Un bando per il Farmer’s Market di Via di S.Teodoro

salvaschermo verdura mercatoDopo le polemiche seguite alla chiusura del Farmer’s market di Via S. Teodoro di proprietà comunale, affidato dalla Giunta Alemanno a una fondazione di riferimento di Coldiretti, il Comune lancia un bando per raggruppamenti di operatori in possesso dei requisiti previsti che si chiuderà venerdì 28 aprile. I criteri di selezione dovrebbero premiare la qualità, le aziende agricole del territorio, i loro prodotti migliori, dando priorità ai progetti che propongo anche finalità culturali e artigianali. L’assessore Meloni annuncia l’elaborazione del regolamento per i Farmer’s Market cittadini.

(dal sito del Comune di Roma)  Mercato agricolo San Teodoro, pubblicato il bando. Criteri all’insegna di trasparenza e qualità

Continua a leggere

Mercati rionali: caro Comune, il problema non è la manutenzione ordinaria

mercato nomentano 8 aprileIMG_5916

Foto ambm

Un emendamento  al bilancio approvato il 25 gennaio 2017 dall’Assemblea Capitolina,  prevede che una consistente quota (1) del canone per i posteggi, che oggi gli operatori dei mercati versano in buona parte  alle AGS (Associazione gestione servizi operatori dei mercati rionali) per la manutenzione ordinaria delle strutture (pulizia, guardiania, etc),  vada direttamente al Comune (2), che, secondo un comunicato diffuso dall’Assessore al commercio Adriano Meloni (3),  “ intende ora impegnare questi fondi  in maniera diretta” così “si potrà occupare del rilancio dei mercati“. Insorgono gli operatori, che temono un’ulteriore riduzione delle risorse per la gestione quotidiana dei mercati,  oltre a ulteriori passaggi burocratici,  con un allungamento dei tempi anche per  le più urgenti ed elementari necessità pratiche.

Continua a leggere

Da Torino: il Comune chieide l’esclusione dalla direttiva Bolkestein per i mercati rionali

Torino Mercato di Porta Palazzo

Torino Mercato di Porta Palazzo

La Città è al fianco dei mercatali, chiesta l’esclusione dalla direttiva Bolkestein
Dalla primavera del 2017 anche gli operatori dei mercati della città dovrebbero partecipare a bandi di gara. La liberalizzazione consentirebbe anche alle società di capitali di entrare in competizione e questo potrebbe generare la perdita di migliaia di posti di lavoro.
Andrea Abbattista venerdì 26 agosto 2016 – 08:50 commenti

da http://www.diarioditorino.it/torino/articolo/?nid=20160826_389494

TORINO – La sindaca Chiara Appendino si schiera a fianco degli operatori ambulanti dei mercati rionali della città. Lo fa apertamente, dicendo che la Città di Torino chiederà al Governo di escludere questi dall’applicazione della direttiva «Bolkestein», così come aveva più volte affermato in campagna elettorale e inserito nelle linee di mandato approvate dal Consiglio Comunale il 28 luglio scorso. «I mercati rappresentano una ricchezza per la Città e noi pensiamo che debbano essere tutelati in ogni modo», le parole di Appendino al riguardo, «l’applicazione della direttiva Bolkestein per questa categoria potrebbe causare gravi problemi alle piccole imprese locali, consegnandole all’incertezza e alla precarietà». La direttiva, emanata dall’Unione Europea e recepita nel 2010 dal Governo italiano, con l’articolo 12 inserisce gli ambulanti tra le categorie coinvolte nella liberalizzazione dei mercati. Così facendo, tutti gli anni a partire dalla primavera del 2017, gli operatori mercatali dovranno partecipare ai bandi per il rinnovo delle licenze con la concorrenza fortissima delle società di capitali, le quali possono prendere parte alla gara.

Continua a leggere