L’Assessore Cafarotti e la nuova convenzione

da Radio Colonna 1/12/2018  Cafarotti: premialitá per mercati rionali virtuosi

“Mercati rionali: dopo mesi di concertazione, la migliore convenzione possibile. Abbiamo parlato a lungo con le associazioni di categoria e abbiamo recepito praticamente la totalità delle loro richieste sul testo della convenzione. Ora la convenzione, nella sua ultima versione, è molto meglio della precedente e, in assoluto, è equilibrata oltre che profondamente conveniente per i mercati stessi. Siamo lieti anche di aver introdotto un meccanismo di premialità, che abbiamo spiegato e condiviso con i presidenti delle AGS: un meccanismo che da più risorse a quei mercati che si mostrano virtuosi e che sono in grado di impegnare bene le somme lasciate a disposizione”. Così l’assessore allo Sviluppo Economico di Roma Carlo Cafarotti.

“Quindi una convenzione migliorativa rispetto a quella passata, con condizioni migliori ed infine un meccanismo che premia la virtuosità e che mette come obiettivo raggiungibile un abbattimento dell’80%. Raggiungibile già a breve termine. Per quanto riguarda la fascia di attribuzione nel 2019, il consigliere Andrea Coia già si è espresso, annunciando un premio di fiducia alle AGS per l’abbattimento del prossimo anno e pari al 65%, volendo riconoscere anche una fascia migliore di quella 2017/2018 pari al 50%. Meglio di così non si poteva fare, sicuramente un enorme passo avanti rispetto al passato, sicuramente una convenzione vantaggiosa per tutte le AGS”, aggiunge l’assessore.

Il nuovo Assessore al commercio Cafarotti e cosa pensa dei mercati rionali

CPapi810_9447_rit_450x298.jpgDal 10 maggio Adriano Meloni non è più l’Assessore allo Sviluppo Economico della Giunta Raggi.  Al suo posto è arrivato  Carlo Cafarotti, ex consigliere municipale M5S e dal luglio 2017  Delegato della Sindaca per il Municipio VIII per la  progettualità e  lo sviluppo di modelli partecipativi sul territorio.In calce la biografia e le info dal sito di Roma Capitale. Qui sotto un’intervista di FarodiRoma su cosa pensa il neoassssore dei Mercati rionali  (AMBM)

Roma Capitale e la realtà dei mercati rionali, una soluzione sempre più densa di miglioramenti

“I mercati di Roma sono parte viva del tessuto economico, produttivo e sociale della città. Una dimensione pulsante, rappresentativa, cui teniamo molto. Realtà che per essere supportate, comprese a fondo, vanno visitate, ‘ascoltate’”; sono queste le prime parole di Carlo Cafarotti, assessore allo Sviluppo Economico, al Turismo e al Lavoro.

L’esponente della Giunta presieduta da Virginia Raggi ha deciso di inaugurare la sua staffetta di sopralluoghi “operativi” al Mercato della Magliana, zona a lui particolarmente cara perché teatro della sua infanzia. “Organizzato, frequentato, attivo, più del 90% delle sue postazioni sono state assegnate: un bell’esempio di gestione da parte delle AGS, le Associazioni Gestione Servizi costituite dagli operatori dei mercati, che hanno in affido circa l’80% del totale dei mercati rionali coperti e plateatici”.

Continua a leggere

Roma: il Comune approva regolamento Farmer’s market

(Sito istituzionale del Comune di Roma 13 marzo 2013)

Farmer’s Market, approvato il regolamento

Tra le prime città italiane a proporre una disciplina per i mercati agricoli, Roma Capitale ha approvato il regolamento dei Farmer’s Market. Attese da anni, arrivano regole chiare a tutela delle attività degli operatori di filiera romani e laziali. Una svolta fondamentale per la vendita diretta, all’insegna della trasparenza.

Il provvedimento, proposto dalla Giunta e approvato dall’Assemblea Capitolina, anche recependo le osservazioni dei Municipi, consentirà l’apertura dei mercati contadini riservati alla vendita di prodotti agricoli del territorio, con particolare riguardo per la qualità, la filiera corta e a ridotto impatto ambientale, l’origine e la tracciabilità delle produzioni.

Altri punti chiave del regolamento: l’attenzione alla stagionalità, alla diffusione di una cultura delle eccellenze locali e ai progetti che puntino a realizzare servizi per le comunità locali, con caratteristiche di sostenibilità e inclusività per categorie svantaggiate.

Per la gestione dei mercati – che potranno essere istituiti in immobili o aree di proprietà comunale – sono previste due tipologie di bando: la prima riservata ai singoli imprenditori, la seconda a raggruppamenti di agricoltori.

Criteri precisi anche per la partecipazione ai bandi dei soggetti gestori di raggruppamenti, individuati mediante un avviso pubblico che specificherà proposta e durata della convenzione, numero di posteggi, ubicazione del mercato e canone da versare all’Amministrazione.

Continua a leggere

Mercato San Teodoro, il Tar dà ragione all’Amministrazione capitolina

22 marzo: Mercato San Teodoro, il Tar  dà ragione all’Amministrazione capitolina in merito alla decisione di affidare il Mercato agricolo di San Teodoro con un bando trasparente, aperto e in tempi brevi. Nel dispositivo che respinge la richiesta di sospensiva, il giudice amministrativo sottolinea espressamente che la decisione di subordinare la concessione a una “procedura di evidenza pubblica è funzionale al perseguimento di interessi pubblici” che – prosegue l’ordinanza – “appaiono prevalenti tenuto conto dei principi costituzionali di imparzialità e buon andamento nonché di matrice europea” sottolineando  anche che “la circostanza che la procedura di evidenza pubblica per l’individuazione del gestore sia stata immediatamente avviata dà congruamente conto della premura con la quale l’amministrazione capitolina intende perseguire l’interesse pubblico sotteso all’utilizzo dell’immobile a fini mercatali” (> leggi l’articolo sul sito del Comune)

Commercio su aree Pubbliche: regolamenti Coia/Corsetti a confronto

sito coia comn proposte deliberazione commercio aree pubbliche

Pubblicate sul sito del Presidente della Commissione commercio Andrea Coia le due proposte di Regolamento per il commercio su aree pubbliche all’esame della Commissione, quella dello stesso Coia e quella del consigliere PD Orlando Corsetti, presidente della Commissione Commercio durante la consiliatura Marino.

Continua a leggere