Mercato Pinciano

                                    

Municipio  II

Data:  maggio 2015

                                                                             A cura di riccardo varanini

 Indirizzo: via G. Antonelli 39 – 00197

Anno di costruzione: 1956-57

Giorni di apertura: lunedì-sabato

Orari: lunedì-sabato 07.00-14.00

Gestione: Ags e Cooperativa Mercato Pinciano

Siti: http://www.mercatidiroma.com/mercato-pinciano/pinciano

 

Tot. banchi vendita**: 22 di cui operativi 16

Attività diverse: tappezzeria (1 banco); casalinghi e detersivi (2 banchi)

Negozi esterni: 8

Canone mensile del banco: € 50,00 al Comune; 155,00 alla Cooperativa

La cooperativa si occupa di tutta la manutenzione e della pulizia

 

Servizi igienici: 4 gratuiti

Impianto elettrico: da mettere a norma (ventilazione a pale)

Impianto idrico, scarichi e fognature: da rifare

Condizioni generali dell’edificio: buone condizioni

 

Raccolta rifiuti: ci sono problemi

Gli operatori non fanno la differenziata

Parcheggio: C’è una convenzione con il garage adiacente (privato)

Nel 2007, la società Parioli srl (che gestiva il parcheggio) ha venduto tale parcheggio a privati. Bisognerebbe capire cosa è successo.

 

* Il mercato Pinciano partecipa al progetto Eatv.it, la nuova piattaforma social dedicata alla narrazione del cibo.

** da I Mercati comunali a Roma, ricerca effettuata nel 2012 dall’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali del Comune di Roma, risulta un totale di 32 banchi.

 

 

 

(Dall’indagine del CNA 2013 “Ripensando il Mercato Rionale”; scarica indagine CNA formato scaricabile)

 

“Pinciano” via Giovanni Antonelli

 

Sempre nello stesso Municipio (vedi mercato Trieste) c’è quest’altra struttura coperta costruita da un privato alla fine degli anni ’50 e riacquisita dal Comune, per inadempienza dovuta alla manifesta carenza di manutenzione straordinaria. Gli operatori, che pure da subito si erano accollati il servizio di gestione delle attività funzionali al mercato, venuti a conoscenza del progetto che avrebbe riguardato una corposa ristrutturazione dell’immobile, volta a ricavare, da parte di un nuovo investitore privato, vantaggi economici derivanti dalla realizzazione e successiva trentennale gestione di nuovi parcheggi e di altre opere non meglio precisate, si sono opposti con tenacia all’intenzione del Comune di approvare una variante urbanistica, tendente a trasformare tutto il compendio immobiliare.

Il pericolo che questa operazione speculativa nascondesse conseguenze comunque controproducenti nei confronti delle attività di mercato ha allertato gli operatori, ai quali non è mancata la solidarietà dei vari comitati territoriali, contrari essi stessi all’iniziativa. Ciò nonostante la struttura necessiterebbe di quegli interventi mai eseguiti dal precedente concessionario ed alla base della decadenza del rapporto, soprattutto quelli mirati a migliorarne la funzionalità.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...