Mercato Portonaccio

                                   

Municipio  IV

Data:  maggio 2015

                                                                       A cura di riccardo varanini

 Indirizzo: via di San Romano – 00159

Anno di costruzione: 1962-1970

Progettista: Alberto Barbagallo

Giorni di apertura: lunedì-sabato

Orari: 07.00-14.00

Gestione: Comune di Roma – Dipartimento Sviluppo Economico e Attività Produttive

Il Comune tuttavia non fa né manutenzione né pulizia

 

Tot. banchi vendita*: 30 di cui operativi 7

Produzione propria: 1 banco (solo il sabato)

Attività diverse: abbigliamento

Canone mensile del banco: € 100,00 al Comune

Comune e Municipio non forniscono alcun supporto, nemmeno la pulizia

 

Servizi igienici: sì, gratuiti

Impianto elettrico: da rifare

Impianto idrico, scarichi e fognature: da rifare

Condizioni generali dell’edificio: completamente da ristrutturare (a distanza di 45 anni dalla sua costruzione)

 

Raccolta rifiuti: non ci sono problemi

Parcheggio: non ci sono problemi

 

* da I Mercati comunali a Roma, ricerca effettuata nel 2012 dall’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali del Comune di Roma, risulta un totale di 49 banchi

 

 

 

(Dall’indagine del CNA 2013 “Ripensando il Mercato Rionale”; scarica indagine CNA formato scaricabile)

 

“Portonaccio II” via di San Romano

 

Fu costruito negli anni ’60 per rispondere a quelli che erano, all’epoca, i bisogni alimentari delle famiglie. Una pianificazione commerciale che assecondava stili di vita profondamente diversi da quelli attuali. Se il Comune non ha mai pensato, lungo questi 50 anni, di ristrutturarlo, è stato anche perché non ci sono stati presupposti tali per giustificarlo. L’ipotesi prospettatasi un po’ di anni fa di costruire, in quella che un tempo era una piazza, un parcheggio multipiano, avrebbe forse consentito di rilanciare, in una qualche maniera, anche le attività di mercato. Il locale comitato dei cittadini, che pure ha sempre condiviso con gli operatori le battaglie da loro svolte, si è opposto con fermezza all’invasiva colata di cemento. L’allestimento di uno sportello anagrafico decentrato del municipio, pur portando un servizio utile ai residenti, non ha portato agli operatori non più che modesti benefici commerciali.

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...