MAGNA ROMA, il rapporto di Terra! Onlus sui mercati rionali

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ stato presentato al Mercato Trieste “Magna Roma – rapporto sulla crisi dei mercati rionali nel Comune agricolo più grande d’Italia”. Un’indagine sullo stato di salute dei mercati di quartiere e sui legami con l’agricoltura del territorio. La ricerca offre uno spaccato delle forti criticità che affliggono il settore, ma mette anche in risalto i suoi punti di forza, da cui ripartire per costruire una strategia alimentare urbana che oggi manca alla capitale d’Italia.

Proponiamo il rapporto (scarica magna_roma ), un report della conferenza stampa  di Maria Spina di Difendiamoimercatirionali e la presentazione dell’iniziativa sul sito dell’Associazione.

10 febbraio  report della Conferenza stampa al Mercato Trieste

di Maria Spina

 Per la presentazione del rapporto MAGNA ROMA. Perché nel Comune agricolo più grande d’Italia i mercati rionali stanno morendo, curato da Francesco Panié dell’Associazione Terra!, la conferenza stampa al mercato Trieste ha registrato un parterre de rois di eccezione. Nel pubblico, fra gli altri: Marianna Madia (Ministra della Pubblica Amministrazione), Carlo Hausmann (Assessore all’Agricoltura, Regione Lazio), Dario Tamburrano (Deputato al Parlamento Europeo M5S), Andrea Coia (Presidente della Commissione Commercio  Roma Capitale, M5S), Marta Leonori (Assessora al Commercio nella Giunta Marinoe ora candidata PD alla Regione Lazio), Valeria Baglio (Consigliera PD di roma Capitale e della Città Metropolitana di Roma Capitale), Francesca Del Bello (Presidente del Municipio 2), Andrea Alemanni (Assessore alle Attività produttive cultura e sport del Municipio 2), Antonio Rosati (Amministratore dell’ARSIAL).

Continua a leggere

Annunci

Cooperativecity intervista Carteinregola sui mercati rionali

We defend markets – citizens’ initiative to protect the public good (dal sito cooperativecity.org)

di Eleonora Rugiero e Cosima Malandrino

Anna Maria Bianchi è presidente dell’associazione carteinregola, un laboratorio finalizzato a promuovere la collaborazione dei cittadini e dei diversi comitati e associazioni di Roma Metropolitana. Tra le attività del laboratorio, Anna Maria è responsabile dell’iniziativa “Difendiamo i mercati rionali”, di cui ci parla in quest’intervista, sottolineando il loro interesse a difendere non solo l’utilità e la funzione commerciale dei mercati, ma anche il ruolo sociale e il valore identitario di questi luoghi purtroppo decaduti.

Com’è nata l’iniziativa Difendiamo i Mercati Rionali?

La mia esperienza nei mercati rionali di Roma è iniziata occupandomi della questione dei parcheggi interrati. Infatti a Roma sia il piano urbano parcheggi sia le convenzioni sono state strutturate in una maniera assolutamente favorevole ai privati ma non all’interesse pubblico o alla tutela dei diritti e della sicurezza dei residenti. Quindi, nel 2011, è iniziata una grande battaglia, grazie al coordinamento di comitati NO PUP, contro una delibera del comune di Roma, introdotta durante l’amministrazione Alemanno, che prevedeva che i tre mercati coperti di S. Giovanni, Parioli e quartiere Trieste, proprietà pubbliche situate in zone piuttosto prestigiose della città, venissero affidati ad un privato, senza una gara pubblica. Questa delibera voleva provvedere all’ampliamento dei tre parcheggi interrati di questi mercati, restituendo al comune solo l’area mercatale, con delle altezze non adeguate a un mercato rionale, costruendo sopra vari piani di strutture commerciali, uffici e appartamenti di lusso.

Continua a leggere

21/22 luglio: la notte dei mercati su Radio Impegno

Immagine

locandina notte mercati radio impegno

 

 

 

 

 

 

Dalla mezzanotte di giovedì 21 luglio alle 7 di venerdì 22 luglio Carteinregola, Difendiamoimercatirionali e Fiori e forchette andranno in onda in diretta streaming su Radioimpegno per parlare dei mercati rionali. In studio e in collegamento telefonico gli autori del libro “un mercato non è solo un mercato”, operatori dei mercati rionali, architetti, autori di tesi di dottorato, associazioni di quartiere, e molti altri.

Vai alla diretta

> scarica l’e-book “Un mercato non è solo un mercato

Per intervenire nella diretta telefonare dalle 24.00 alle 7.00 il +39 0692939897
Per partecipare al programma scrivere a difendiamoimercatirionali@gmail.com

Continua a leggere

Elezioni 2016: quello che chiediamo per i mercati rionali

testata convegnoLe richieste ai candidati Sindaco, Presidente di Municipio, consiglieri comunali e municipali

Difendere un patrimonio pubblico e rilanciare i mercati rionali

A cura del gruppo Mercati Rionali di Carteinregola

Nei Municipi di Roma sono presenti oltre 120 mercati rionali – coperti, plateatici attrezzati e su sede stradale o “impropria” – di piccole, medie e grandi dimensioni, di proprietà di Roma Capitale. Ventinove sono le strutture coperte, distribuite nel centro come nelle periferie, che in buona parte versano in uno stato di fatiscenza a causa degli scarsi (o inesistenti) investimenti pubblici per la loro manutenzione e che subiscono una progressiva flessione del numero di operatori. In molti casi gli edifici si trovano in aree prestigiose della città e per questo sono stati in passato oggetto di progetti di interventi privati che li avrebbero ristrutturati – in certi casi abbattuti – per ricavarne cubature immobiliari commerciali, direzionali e residenziali, che ne avrebbero distrutto l’anima e la natura di piazza pubblica, luogo di incontro e cuore dei quartieri. Carteinegola, a cavallo del 2012 e 2013, si è battuta contro le delibere che prevedevano project financing e scambi immobiliari, riuscendo, dopo 4 mesi di presidio in Campidoglio,   a fermare i propositi dell’amministrazione. Ma le problematiche dei mercati rionali sono complesse e tuttora irrisolte.

Continua a leggere

Carteinregola scrive al commissario Tronca (anche per i mercati rionali)

Giacomo-Balla_Periferia-1904-_Collezione-privata

Giacomo Balla Periferia romana

Carteinregola e Cittadinanzattiva Lazio hanno scritto una lettera al Commissario Tronca chiedendogli un incontro per parlare di alcune questioni che vorremmo fossero affrontate al più al presto. L’elenco non è esaustivo e non comprende questioni più generali – sarebbero tante – ma vuole fissare alcuni punti: sui progetti che ci auguriamo che il Commissario – che assomma in sè i poteri di Sindaco, Giunta e Assemblea Capitolina – continui a portare avanti (o a definitivo compimento), su alcuni progetti da fermare e soprattutto su molti progetti da non riesumare, perchè rappresenterebbero a nostro avviso un pericoloso ritorno indietro per l’interesse pubblico della città. (AMBM)
Continua a leggere