Audizione alla Commissione commercio del 28 marzo

copertina dossier mercati e pup light

Si è svolta il 28 marzo  l’audizione di Carteinregola e Difendiamoimercatirionali presso la Commissione Commercio sul tema “Pup e mercati rionali”.

Pochi i consiglieri presenti, oltre al Presidente Corsetti, che tuttavia ha ascoltato con grande attenzione la nostra relazione (vedi dossier sottostante) ed ha accolto le nostre richieste, che  – come  al solito – si possono riassumere in tre punti:

  • verifica attraverso l’Aavvocatura comunale degli eventuali “diritti acquisiti” dei proponenti dei PUP (tra cui quelli per gli interventi di ampliamento dei parcheggi sottostanti alcuni mercati rionali) in assenza di stipula di convenzione o altro titolo e verifica della legittimità  di affidare gli interventi a privati senza le gare di evidenza pubblica  prescritte dalle normative europee
  • verifica della fattibilità tecnica degli  interventi di ampliamento dei parcheggi  sotto i  mercati rionali senza rischio per gli edifici prima della eventuale stipula della convenzione e non – come previsto ora – dopo la firma della concessione, quando il concessionario deve sottoporre  il progetto strutturale all’esame tecnico della Commissione Alta Vigilanza
  • Condivisione con operatori dei mercati, comitati di quartiere e cittadini di qualunque ipotesi   di progetto di riqualificazione dei mercati rionali, in particolare per quelli che prevedono il coinvolgimento di privati.

In proposito il Presidente Corsetti ci ha comunicato che la Commissione Commercio sta elaborando un nuovo Regolamento riguardante il commercio stanziale e ambulante sulle aree pubbliche (come riportato  dal comunicato in calce) e ci ha proposto di collaborare alla sua stesura.

mercato piazza dell'unità lightInoltre ci ha informato dell’avvio del progetto del mercato di Piazza dell’Unità, la cui ristrutturazione dovrebbe essere promossa dagli stessi operatori del mercato, e si è detto disponibile a fissare un’audizione con gli operatori del mercato Flaminio 2 che da tempo hanno messo a punto un analogo progetto, che finora – nonostante una infinita serie di incontri  – non ha avuto seguito nè con la precedente amministrazione, nè con l’attuale assessorato al Commercio.

mercato flaminio 2

Sopraluogo di comitati cittadini, operatori e cvonsiglieri municipali al Mercato Flaminio 2

____________________________________________________________________

AMBULANTI, CORSETTI: “NECESSARIE SPECIFICHE MISURE D’INTERVENTO”
(OMNIROMA) Roma, 31 MAR – “Nell’intento di rendere più efficace l’azione dell’amministrazione in tema di commercio sulle aree pubbliche, settore particolarmente bisognoso di attenzione le cui criticità sono sensibilmente peggiorate negli ultimi anni, ho deciso che – a partire dal prossimo venerdì alle ore 12 – la commissione capitolina commercio, si riunirà con cadenza settimanale per affrontare tutte le tematiche legate al commercio sulle aree pubbliche”. E’ quanto dichiara Orlando Corsetti, Presidente della commissione capitolina commercio e consigliere del Pd.
“Nel corso delle prime riunioni – continua Corsetti – la commissione, oltre a dotarsi di un metodo di lavoro, si occuperà di raccogliere tutte le segnalazioni che le organizzazioni sindacali di categoria riterranno di inviare sull’argomento”.
“Ritengo assolutamente necessaria l’adozione di specifiche azioni di intervento legate ai criteri e alle modalità di gestione delle autorizzazioni visto che le problematiche legate al settore stanno determinando un notevole degrado e preoccupanti tensioni tra gli operatori”, conclude Corsetti.

Scarica in download il Dossier di Carteinregola, Cittadinanzattiva lazio Onlus, Mobilitiamoci e Comitati NOPUP/Sosta sostenibile consegnato al Presidente Corsetti  dossier pup e mercati 26 marzo 2014

TORNA LA DELIBERA DELLO SCAMBIO IMMOBILIARE DEI MERCATI

LA CONTROVERSA DELIBERA 129 PER LO SCAMBIO IMMOBILIARE DEI MERCATI RIONALI  SI AFFACCIA NELL’AULA  CAPITOLINA, MA NON VIENE MESSA AI VOTI

1337697743_invito_mercato_metronio_

Roma, 21 marzo 2013. Nel tardo pomeriggio di ieri,  in un’Aula dove scarseggiavano anche i consiglieri della maggioranza, il capogruppo PDL Gramazio ha proposto di portare in votazione la Delibera 129, motivando  la richiesta  con la presenza dell’Assessore al Patrimonio Lucia Funari. La proposta, inserita  all’ordine dei  lavori  da un anno esatto, prevede uno scambio immobiliare tra  il Comune e la CAM srl, in base al quale  la ditta dovrebbe fornire   un imprecisato numeri di alloggi per housing sociale e il Comune dovrebbe cedere tre mercati rionali con annesse autorimesse da centinaia di posti auto  in quartieri prestigiosi della città:  il Mercato Trieste nel quartiere omonimo, il Mercato Pinciano ai Parioli e il mercato Metronio a San Giovanni. Con la  prospettiva di una  demolizione e ricostruzione dei mercati con varie cubature edilizie  in più, sotto (parcheggi)  e sopra (appartamenti e uffici), e la restituzione dell’area mercatale al Comune, insieme a una quota di posti auto.

Continua a leggere

Lettera aperta dei comitati alla CAM srl

Lettera aperta dei Comitati NO PUP e di Cittadinanzattiva Lazio Onlus alla CAM srl  in risposta all’articolo pubblicato il 19 gennaio sul quotidiano Cinquegiorni

Un momento della Manifestazione "Difendiamo il Mercato Metronio" del maggio scorso

Un momento della Manifestazione “Difendiamo il Mercato Metronio” del maggio scorso

 E’ passato esattamente un anno dalla nostra audizione alla Commissione Patrimonio a proposito della Delibera 129/2011, che prevede uno scambio immobiliare tra il Comune e la ditta CAM srl da realizzarsi con la cessione di parte dei  tre compendi mercatali e l’acquisizione di un imprecisato numero di alloggi per housing sociale. Allora rivolgemmo una serie di domande alla Commissione e agli uffici comunali a cui finora nessuno ha risposto. Accogliamo quindi molto favorevolmente l’articolo  a firma CAM che questa volta si addentra un po’ di più nelle questioni da noi sollevate, e con un tono molto più interlocutorio e meno accusatorio, a cui vorremmo rispondere allo stesso modo, spiegando il persistere dei  nostri dubbi  senza nessun intento polemico. Proviamo a  spiegare le nostre ragioni, che non sono (e non sono mai state) né precostituite né strumentali.

Continua a leggere

Delibera Cam per lo scambio immobiliare dei mercati rionali: a futura memoria

Un momento della Manifestazione “Difendiamo il Mercato Metronio” del maggio scorso

Nonostante i nodi irrisolti nelle prossime settimane la Delibera approderà al Consiglio Capitolino
Può il Comune cedere tre mercati rionali situati nel cuore dei quartieri più pregiati della città (Parioli, San Giovanni, Trieste) a una ditta privata, senza alcuna gara di evidenza pubblica? E può prevedere una variante urbanistica che  permetta l’abbattimento e la ricostruzione degli  edifici con vari piani di negozi, appartamenti di lusso e uffici  in più? E può farlo barattando il valore immobiliare dei mercati con  la costruzione di alloggi per housing sociale, anche questa affidata alla stessa ditta, senza alcuna gara?

Continua a leggere

DIFENDIAMO IL MERCATO PINCIANO: PROVE TECNICHE DI UN VERO MERCATO RIONALE

Un momento dell’iniziativa al Mecrto Pinciano

L’altro ieri al mercato Pinciano per due ore abbiamo avuto un esempio di quello che dovrebbe essere, e che può diventare, un mercato rionale, se anziché  il suo valore economico/edilizio si provasse ad incrementare il suo valore sociale e culturale. L’iniziativa è stata organizzata  dagli operatori del mercato di via Antonelli insieme ai comitati NO PUP –  Difendiamo i mercati rionali, Cittadinanzattiva Lazio, Quintostato e agli operatori di altri mercati cittadini, per difendere il mercato Pinciano dal rischio di abbattimento e ricostruzione, con vari piani supplementari destinati ad uffici e appartamenti di lusso, prospettato dalla famosa  “Delibera  129”, in lista d’attesa per il voto del Consiglio capitolino.  Ma soprattutto per continuare la riflessione sul rilancio dei mercati romani, che per i promotori deve riportarli a essere   il cuore pulsante dei quartieri, piazze pubbliche dove ci si incontra, dove si trovano  prodotti e tradizioni del territorio, dove si possono inventare, come l’altro ieri, momenti di dibattito, di musica, di degustazione tutti insieme.

Continua a leggere