Il nuovo Assessore al commercio Cafarotti e cosa pensa dei mercati rionali

CPapi810_9447_rit_450x298.jpgDal 10 maggio Adriano Meloni non è più l’Assessore allo Sviluppo Economico della Giunta Raggi.  Al suo posto è arrivato  Carlo Cafarotti, ex consigliere municipale M5S e dal luglio 2017  Delegato della Sindaca per il Municipio VIII per la  progettualità e  lo sviluppo di modelli partecipativi sul territorio.In calce la biografia e le info dal sito di Roma Capitale. Qui sotto un’intervista di FarodiRoma su cosa pensa il neoassssore dei Mercati rionali  (AMBM)

Roma Capitale e la realtà dei mercati rionali, una soluzione sempre più densa di miglioramenti

“I mercati di Roma sono parte viva del tessuto economico, produttivo e sociale della città. Una dimensione pulsante, rappresentativa, cui teniamo molto. Realtà che per essere supportate, comprese a fondo, vanno visitate, ‘ascoltate’”; sono queste le prime parole di Carlo Cafarotti, assessore allo Sviluppo Economico, al Turismo e al Lavoro.

L’esponente della Giunta presieduta da Virginia Raggi ha deciso di inaugurare la sua staffetta di sopralluoghi “operativi” al Mercato della Magliana, zona a lui particolarmente cara perché teatro della sua infanzia. “Organizzato, frequentato, attivo, più del 90% delle sue postazioni sono state assegnate: un bell’esempio di gestione da parte delle AGS, le Associazioni Gestione Servizi costituite dagli operatori dei mercati, che hanno in affido circa l’80% del totale dei mercati rionali coperti e plateatici”.

Continua a leggere

Annunci

Roma: il Comune approva regolamento Farmer’s market

(Sito istituzionale del Comune di Roma 13 marzo 2013)

Farmer’s Market, approvato il regolamento

Tra le prime città italiane a proporre una disciplina per i mercati agricoli, Roma Capitale ha approvato il regolamento dei Farmer’s Market. Attese da anni, arrivano regole chiare a tutela delle attività degli operatori di filiera romani e laziali. Una svolta fondamentale per la vendita diretta, all’insegna della trasparenza.

Il provvedimento, proposto dalla Giunta e approvato dall’Assemblea Capitolina, anche recependo le osservazioni dei Municipi, consentirà l’apertura dei mercati contadini riservati alla vendita di prodotti agricoli del territorio, con particolare riguardo per la qualità, la filiera corta e a ridotto impatto ambientale, l’origine e la tracciabilità delle produzioni.

Altri punti chiave del regolamento: l’attenzione alla stagionalità, alla diffusione di una cultura delle eccellenze locali e ai progetti che puntino a realizzare servizi per le comunità locali, con caratteristiche di sostenibilità e inclusività per categorie svantaggiate.

Per la gestione dei mercati – che potranno essere istituiti in immobili o aree di proprietà comunale – sono previste due tipologie di bando: la prima riservata ai singoli imprenditori, la seconda a raggruppamenti di agricoltori.

Criteri precisi anche per la partecipazione ai bandi dei soggetti gestori di raggruppamenti, individuati mediante un avviso pubblico che specificherà proposta e durata della convenzione, numero di posteggi, ubicazione del mercato e canone da versare all’Amministrazione.

Continua a leggere

Da Torino: il Comune chieide l’esclusione dalla direttiva Bolkestein per i mercati rionali

Torino Mercato di Porta Palazzo

Torino Mercato di Porta Palazzo

La Città è al fianco dei mercatali, chiesta l’esclusione dalla direttiva Bolkestein
Dalla primavera del 2017 anche gli operatori dei mercati della città dovrebbero partecipare a bandi di gara. La liberalizzazione consentirebbe anche alle società di capitali di entrare in competizione e questo potrebbe generare la perdita di migliaia di posti di lavoro.
Andrea Abbattista venerdì 26 agosto 2016 – 08:50 commenti

da http://www.diarioditorino.it/torino/articolo/?nid=20160826_389494

TORINO – La sindaca Chiara Appendino si schiera a fianco degli operatori ambulanti dei mercati rionali della città. Lo fa apertamente, dicendo che la Città di Torino chiederà al Governo di escludere questi dall’applicazione della direttiva «Bolkestein», così come aveva più volte affermato in campagna elettorale e inserito nelle linee di mandato approvate dal Consiglio Comunale il 28 luglio scorso. «I mercati rappresentano una ricchezza per la Città e noi pensiamo che debbano essere tutelati in ogni modo», le parole di Appendino al riguardo, «l’applicazione della direttiva Bolkestein per questa categoria potrebbe causare gravi problemi alle piccole imprese locali, consegnandole all’incertezza e alla precarietà». La direttiva, emanata dall’Unione Europea e recepita nel 2010 dal Governo italiano, con l’articolo 12 inserisce gli ambulanti tra le categorie coinvolte nella liberalizzazione dei mercati. Così facendo, tutti gli anni a partire dalla primavera del 2017, gli operatori mercatali dovranno partecipare ai bandi per il rinnovo delle licenze con la concorrenza fortissima delle società di capitali, le quali possono prendere parte alla gara.

Continua a leggere

IL COMUNE PER I MERCATI RIONALI

mercato piazza dell'unità light[dal sito del comune di roma]

Acilia-Dragona, in concessione le aree comunali. Il ricavo per ristrutturare i mercati rionali

Roma, 29 novembre – Approvata dall’Assemblea Capitolina una delibera che stabilisce la concessione in diritto di superficie di un’ampia area del territorio romano, quadrante sudovest, per destinare i ricavi a rilanciare e migliorare un importante servizio cittadino. Il provvedimento accorda la concessione di 40.540 metri quadri di proprietà capitolina, nel comprensorio di Acilia-Dragona, agli artigiani e alle piccole imprese industriali che vi svolgono le loro attività. Dai canoni di concessione si prevede di ricavare oltre 440mila euro.

La delibera è propedeutica all’approvazione del bilancio ed è stata licenziata nell’ambito del dibattito in Aula Giulio Cesare sulla manovra finanziaria del Campidoglio, con un emendamento (a firma del consigliere Corsetti) che determina l’impiego dei canoni di concessione a beneficio dei mercati rionali .

“Finalmente la discussione sul bilancio è entrata nel vivo”, ha commentato l’assessore a Roma Produttiva Marta Leonori. “Con l’approvazione della prima delibera propedeutica alla manovra, il paziente lavoro di quanti si adoperano per Roma ha portato a un primo importante risultato. Con il provvedimento deliberato oggi si procederà alla verifica delle aree in zona Acilia-Dragona destinate a insediamenti produttivi, industriali e artigianali, di proprietà dell’Amministrazione, da concedere in diritto di superficie. Il ricavo che ne deriverà, anche grazie all’emendamento a firma Corsetti, sarà destinato al rilancio dei mercati rionali, tema su cui sto lavorando dai primi giorni”.

“Nel bilancio 2014”, ha concluso Leonori, “lavoreremo, anche con il contributo dell’Aula, per realizzare altri provvedimenti concreti a sostegno della piccola e media imprenditoria, così necessari a rilanciare il tessuto economico di Roma”.