I mercati rionali, un tema ricorrente

Pubblicato il 24/02/2015 di carteinregola
Dopo due anni di battaglie contro la Delibera dello scambio immobiliare dei mercati rionali e contro i project financing dell’era Alemanno (progetti comunque “bipartisan”, sia dal punto di vista  dei sostenitori che di quello degli oppositori),  oggi ci siamo molto preoccupati leggendo sul quotidiano La Repubblica un articolo dal titolo Affittopoli, spuntano i mercati rionali, (1) in cui, rilanciando un comunicato di Alessandro Onorato, capogruppo della Lista Marchini, a proposito della delibera per la vendita di immobili pubblici,  si tirano in ballo vari negozi che appartengono ai compendi mercatali di Via Chiana e via Antonelli…

metronio_banchi_dall__alto

Mercato Metronio, foto AMBM

 Si chiede Onorato, dopo aver ottenuto (pare dopo aver chiamato i carabinieri) l’elenco  di  altri  970  immobili di proprietà di Roma Capitale non  (ancora?) messi in vendita, quali siano stati i criteri della selezione dei 571 immobili di Roma Capitale inseriti  nella delibera in questi giorni in discussione all’Assemblea Capitolina (2). E anche  se dalla lettura del comunicato originale  del consigliere di opposizione (3), si evince che la citazione dei mercati  nell’articolo di  Repubblica  è farina del sacco degli autori, e non di Onorato,  pensiamo che sia sempre utile “rinfrescare la memoria” su un tema che ci sta particolarmente a cuore. Perchè contro  la cessione a  privati dei mercati rionali –  sotto forma di scambio immobiliare o di project financing –  noi ci siamo impegnati  per più di due anni. E ritrovare oggi,  estratti  da quell’elenco di   970  immobili e messi in bella evidenza,   anche alcuni locali commerciali  all’interno di due compendi mercatali   assai appetibili dal punto di vista immobiliare,  i  mercati rionali di  Via Chiana e di  via Antonelli, nei prestigiosi quartieri Trieste e Parioli, con annesse autorimesse e vari negozi, ci spinge a tornare un’altra volta sull’argomento.

Continua a leggere

Annunci

Mercati Trieste e Pinciano: se ne parla al II Municipio

Giovedì 16 dalle 10 alle 13 si terrà un Consiglio Straordinario al II Municipio in merito a “Progetti relativi ai mercati “Pinciano” e “Trieste”* recentemente alla ribalta delle cronache per le indagini in corso che hanno coinvolto la  ditta proponente interventi di ampliamento dei parcheggi  e alcuni funzionari comunali.

Carteinregola ha inviato al Presidente del Municipio, agli assessori al Commercio e alla Mobilità, al Presidente della Commissione Mobilità e ai consiglieri del II Municipio una

NOTA  SU PUP E  MERCATI

Il Mercato Pinciano di Via Antonelli ai Parioli

Il Mercato Pinciano di Via Antonelli ai Parioli

Sintetizzando al minimo le questioni di fondo, avendo studiato anche i Piani Urbano Parcheggi di altre città, possiamo dire che l’anomalia del PUP di Roma consiste:

Continua a leggere

Delibera dei mercati: a volte ritornano…

Manifestazione contro la delibera dei mercati rionali a San Giovanni

Manifestazione contro la delibera dei mercati rionali al Mercato Metronio di San Giovanni

Domani 1 ottobre doppia seduta della COMMISSIONE COMMERCIO in Via dei Cerchi 6: alle ore 9  con ODG “Analisi normativa relativa alla realizzazione dei PUP in aree mercatali” e alle ore 11 con ODG “Riesame progetti relativi ai mercati “Pinciano” e “Trieste”.

Carteinregola e Cittadinanzattiva Lazio Onlus scrivono all’Assessore Improta per chiedere spiegazioni sulla “resurrezione” dell’ipotesi di cessione di tre importanti mercati rionali della Capitale a una ditta “proponente” di un ampliamento dei parcheggi, ricordando ancora una volta che da  un anno sono in attesa della risposta del Comune rispetto a un  parere giuridico sulle  procedure da adottare per gli interventi nei tre mercati  e del Piano Urbano Parcheggi (P.U.P.) in generale .

Manifestazione "Difendiamo il Mercato Metronio"

Manifestazione “Difendiamo il Mercato Metronio”

“...Caserme e carceri, ospedali e manicomi, mattatoi e gasometri, ex depositi, mercati, ex fiera. La sottocultura dominante ha guardato a questi beni, che generalmente hanno perso l’originaria funzione, con un unico scopo: massimizzare il valore di scambio o, in modo del tutto equivalente, considerare la consistenza edilizia come asset patrimoniale da iscrivere a bilancio. L’amministrazione Alemanno ha praticato in modo sistematico questa sottocultura a cominciare dalla svendita dei mercati e ha portato avanti la proposta di dismissione dei depositi Atac, sottovalutando le potenzialità di questi beni connesse al
valore d’uso: dall’abitare al lavoro, dai servizi pubblici all’accoglienza, alla cultura e all’arte.
Raccoglieremo e stimoleremo tutti i contributi e le proposte per la loro riqualificazione e per restituire questi spazi a una piena utilizzazione“.

Le scuole, le biblioteche, la casa del welfare che vogliamo istituire, i mercati rionali, i
teatri di cintura e gli spazi per coworking costituiranno una rete di spazi pubblici diffusi con cui vogliamo favorire l’incontro e la socialità e affermare il diritto alla città inteso come emancipazione culturale e sociale degli abitanti”

Ignazio Marino, Roma è vita programma elettorale 2013

Iniziativa al Mercato Pinciano

Iniziativa al Mercato Pinciano

Si riapre  la vicenda della Delibera 129/2011(1), quella che aveva impegnato per  due anni operatori dei mercati,  Cittadinanzattiva Lazio, associazioni di architetti, comitati di quartiere e cittadini, contro il ventilato scambio immobiliare tra una ditta privata, che avrebbe ceduto un imprecisato numero di alloggi destinati all'”housing sociale” e il Comune, che avrebbe ceduto  tre compendi immobiliari in zone pregiate –  Parioli, Trieste e San Giovanni – con  mercati coperti, autorimesse da centinaia di posti auto e  negozi (2). Un piccolo tesoro pubblico, che sarebbe passato a un privato – e qui sta il punto –  senza nessuna  gara pubblica  – peraltro prescritta non solo dalle norme europee, ma anche  dal TAR, che aveva  confermato che  il Comune,  dopo l’uscita di scena  del precedente gestore privato dei  mercati e dei parcheggi, avrebbe dovuto procedere all’affidamento tramite bando pubblico. Invece l’allora sindaco Veltroni, neocommissario per l’emergenza traffico e mobilità, usando i poteri speciali, aveva emanato nel 2006/2007  due ordinanze commissariali in cui erano  inseriti nel P.U.P. anche i  tre compendi mercatali, come interventi di “ampliamento” dei parcheggi già esistenti. Si tratta di qualche decina di posti auto in più da ricavare scavando un ulteriore piano interrato sotto autorimesse da centinaia di posti, ma la semplice previsione ha permesso  alla ditta di farsi avanti a più riprese per ottenere in concessione, non solo i garages, ma addirittura tutti gli edifici, con la prospettiva – per  ora bloccata – di demolirli e ricostruirli , con vari piani di parcheggi sotterranei e soprattutto vari piani in più sopra le aree mercatali, destinati a diventare uffici, negozi, e soprattutto appartamenti.

Continua a leggere

Audizione alla Commissione commercio del 28 marzo

copertina dossier mercati e pup light

Si è svolta il 28 marzo  l’audizione di Carteinregola e Difendiamoimercatirionali presso la Commissione Commercio sul tema “Pup e mercati rionali”.

Pochi i consiglieri presenti, oltre al Presidente Corsetti, che tuttavia ha ascoltato con grande attenzione la nostra relazione (vedi dossier sottostante) ed ha accolto le nostre richieste, che  – come  al solito – si possono riassumere in tre punti:

  • verifica attraverso l’Aavvocatura comunale degli eventuali “diritti acquisiti” dei proponenti dei PUP (tra cui quelli per gli interventi di ampliamento dei parcheggi sottostanti alcuni mercati rionali) in assenza di stipula di convenzione o altro titolo e verifica della legittimità  di affidare gli interventi a privati senza le gare di evidenza pubblica  prescritte dalle normative europee
  • verifica della fattibilità tecnica degli  interventi di ampliamento dei parcheggi  sotto i  mercati rionali senza rischio per gli edifici prima della eventuale stipula della convenzione e non – come previsto ora – dopo la firma della concessione, quando il concessionario deve sottoporre  il progetto strutturale all’esame tecnico della Commissione Alta Vigilanza
  • Condivisione con operatori dei mercati, comitati di quartiere e cittadini di qualunque ipotesi   di progetto di riqualificazione dei mercati rionali, in particolare per quelli che prevedono il coinvolgimento di privati.

In proposito il Presidente Corsetti ci ha comunicato che la Commissione Commercio sta elaborando un nuovo Regolamento riguardante il commercio stanziale e ambulante sulle aree pubbliche (come riportato  dal comunicato in calce) e ci ha proposto di collaborare alla sua stesura.

mercato piazza dell'unità lightInoltre ci ha informato dell’avvio del progetto del mercato di Piazza dell’Unità, la cui ristrutturazione dovrebbe essere promossa dagli stessi operatori del mercato, e si è detto disponibile a fissare un’audizione con gli operatori del mercato Flaminio 2 che da tempo hanno messo a punto un analogo progetto, che finora – nonostante una infinita serie di incontri  – non ha avuto seguito nè con la precedente amministrazione, nè con l’attuale assessorato al Commercio.

mercato flaminio 2

Sopraluogo di comitati cittadini, operatori e cvonsiglieri municipali al Mercato Flaminio 2

____________________________________________________________________

AMBULANTI, CORSETTI: “NECESSARIE SPECIFICHE MISURE D’INTERVENTO”
(OMNIROMA) Roma, 31 MAR – “Nell’intento di rendere più efficace l’azione dell’amministrazione in tema di commercio sulle aree pubbliche, settore particolarmente bisognoso di attenzione le cui criticità sono sensibilmente peggiorate negli ultimi anni, ho deciso che – a partire dal prossimo venerdì alle ore 12 – la commissione capitolina commercio, si riunirà con cadenza settimanale per affrontare tutte le tematiche legate al commercio sulle aree pubbliche”. E’ quanto dichiara Orlando Corsetti, Presidente della commissione capitolina commercio e consigliere del Pd.
“Nel corso delle prime riunioni – continua Corsetti – la commissione, oltre a dotarsi di un metodo di lavoro, si occuperà di raccogliere tutte le segnalazioni che le organizzazioni sindacali di categoria riterranno di inviare sull’argomento”.
“Ritengo assolutamente necessaria l’adozione di specifiche azioni di intervento legate ai criteri e alle modalità di gestione delle autorizzazioni visto che le problematiche legate al settore stanno determinando un notevole degrado e preoccupanti tensioni tra gli operatori”, conclude Corsetti.

Scarica in download il Dossier di Carteinregola, Cittadinanzattiva lazio Onlus, Mobilitiamoci e Comitati NOPUP/Sosta sostenibile consegnato al Presidente Corsetti  dossier pup e mercati 26 marzo 2014

Lettera aperta dei comitati alla CAM srl

Lettera aperta dei Comitati NO PUP e di Cittadinanzattiva Lazio Onlus alla CAM srl  in risposta all’articolo pubblicato il 19 gennaio sul quotidiano Cinquegiorni

Un momento della Manifestazione "Difendiamo il Mercato Metronio" del maggio scorso

Un momento della Manifestazione “Difendiamo il Mercato Metronio” del maggio scorso

 E’ passato esattamente un anno dalla nostra audizione alla Commissione Patrimonio a proposito della Delibera 129/2011, che prevede uno scambio immobiliare tra il Comune e la ditta CAM srl da realizzarsi con la cessione di parte dei  tre compendi mercatali e l’acquisizione di un imprecisato numero di alloggi per housing sociale. Allora rivolgemmo una serie di domande alla Commissione e agli uffici comunali a cui finora nessuno ha risposto. Accogliamo quindi molto favorevolmente l’articolo  a firma CAM che questa volta si addentra un po’ di più nelle questioni da noi sollevate, e con un tono molto più interlocutorio e meno accusatorio, a cui vorremmo rispondere allo stesso modo, spiegando il persistere dei  nostri dubbi  senza nessun intento polemico. Proviamo a  spiegare le nostre ragioni, che non sono (e non sono mai state) né precostituite né strumentali.

Continua a leggere